PAROLE RIVOLTE DALLA VERGINE A BERNARDETTA SOUBIROUS

PAROLE RIVOLTE DALLA VERGINE A BERNARDETTA SOUBIROUS. Le altre parole che si aggiungono talvolta non sono autentiche. Il 18 febbraio. Bernardetta tende penna e carta alla signora dicendole: «Vorreste avere la bontà di mettere il vostro nome per scritto? ». Ella risponde: «Non è necessario» – «Volete avere la cortesia di venire qui per quindici giorni?» – «Non vi prometto di rendervi felice in questo mondo, ma nell’altro». Il 21 febbraio: «Pregherete Dio per i peccatori». Il 23 o 24 febbraio: «Penitenza, penitenza, penitenza». Il 25 febbraio: «Andate a bere alla fontana e a lavarvi» – «Andate a mangiare di quell’erba che è là» – «Andate a baciare la terra come penitenza per i peccatori». 11 2 marzo: «Andate a dire ai preti di far costruire qui una cappella» – «Che vi si venga in processione». Durante la quindicina, la Vergine insegnò una preghiera a Bernardetta e le disse tre cose che riguardavano solo lei, poi aggiunse con un tono severo: «Vi proibisco di dire ciò a chiunque». Il 25 marzo: “Io sono l’Immacolata Concezione”.

LE APPARIZIONI RACCONTATE DA ESTRADE.

PAROLE RIVOLTE DALLA VERGINE A BERNARDETTA SOUBIROUSultima modifica: 2012-12-02T07:54:00+01:00da giuliusvinco56