LA CHIAVE PER IL TRIONFO DI MARIA

LA CHIAVE PER IL TRIONFO DI MARIA

Questo dogma mariano è la chiave della porta attraverso la quale entriamo in un nuovo tempo, in una nuova epoca, nell’epoca dello Spirito Santo. Quando avverrà questa incoronazione di Maria, satana avrà perso una volta per tutte. Ida ha visto questa sconfitta di satana con immagini drammatiche: “Ho visto il drago contorcersi, poi cadere afflosciato e sfinito e precipitare”. La voce disse: “La tua potenza è spezzata e la tua forza è diminuita. La tua superbia e il tuo orgoglio saranno calpestati.” (11.2.1975) “Tutto questo accadrà.” (25.3.1975) Come non pensare alla visione di Don Bosco? Egli vede il papa, che dopo una dura battaglia in mare, lega la nave della Chiesa a due colonne: alla colonna della Madre di Dio e alla colonna dell’Eucaristia. Non è lecito pensare, dopo tutto quello che abbiamo sentito, che questo gesto di legare la nave alla colonna di Maria si realizzerà con la proclamazione del dogma?
“Alla fine il mio Cuore trionferà!”, cosi’ aveva detto Maria a Fatima. Sono sicuro che questo trionfo di Maria si compirà solo con la proclamazione del più importante e del più grande dogma mariano.
E la colonna dell’Eucaristia? Quali rapporti vi sono fra la Santa Eucaristia e Amsterdam? Moltissimi! Maria dice il 20 marzo 1953 che ha scelto Amsterdam perché è la città del miracolo, la città del miracolo eucaristico avvenuto 600 anni prima. Il 23 luglio 1946, 50.000 olandesi festeggiarono il 600° anniversario del miracolo di Amsterdam.
Inoltre la S. Eucaristia è così al centro per la SIGNORA DI TUTTI I POPOLI che parallelamente ai messaggi, a partire dall’anno 1958 incominciarono per Ida le cosiddette esperienze eucaristiche.

UNA LOTTA SPIRITUALE

Ringrazio tutti quelli che hanno chiesto al Santo Padre questo dogma con la loro firma. Sono già quattro milioni di credenti, 470 vescovi di tutti i continenti e già oltre 40 cardinali. Ma esistono anche molte persone che sono contrarie, cari amici, dovete saperlo: ci sono cardinali influenti, non pochi vescovi, sacerdoti, teologi, molti fratelli e sorelle nella fede che, da un punto di vista umano, per buoni e comprensibili motivi, non sono d’accordo con la proclamazione di un nuovo dogma mariano. Dobbiamo rispettare le loro convinzioni con amore.
I professori continueranno a studiare e discutere se sia giusto o no teologicamente chiamare Maria, la Corredentrice. Ma per potere dimostrare quale potente e benefico effetto questo dogma mariano avrà sulla Chiesa e sul mondo, abbiamo bisogno dei messaggi di Amsterdam.
Allo stesso modo solo con le parole della SIGNORA DI TUTTI I POPOLI si può provare che il tempo stringe e che Dio vuole questo dogma ora. Facciamo tutto il possibile perché il Santo Padre possa proclamare solennemente il più presto possibile questa verità che porta la salvezza.
Sicuramente sentite sempre più fortemente che la vostra firma non può bastare. La vera forza consiste nel collaborare con coraggio e zelo ardente al piano di amore che Maria chiama “opera di redenzione e di pace” (v. 1.4.1951) e anche “azione mondiale”. (v. 11.10.1953)
Voi tutti potete collaborare a questa opera di redenzione e di pace perché è una azione universale sostenuta soprattutto dai piccoli e dai deboli.

L’AZIONE MONDIALE ATTRAVERSO LA PREGHIERA E L’IMMAGINE DELLA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI

Che cos’è? Questa azione è molto semplice ed è alla portata di tutti. Portate quest’immaginetta con la preghiera oppure il manifesto con la preghiera nelle vostre famiglie, dagli amici, dai conoscenti, dai colleghi di lavoro o nei gruppi di preghiera, nelle carceri, ospizi e ospedali perché la preghiera di chi soffre in questi luoghi è quella che sarà la più potente.
La Madonna incoraggia la veggente: “Hai paura? Ti aiuto, vedrai, la propagazione andrà da sé.” (15.4.1951) “Maria prende su di sé la responsabilità.” (4.4.1954)
Ida potè vedere molti anni prima l’effetto di questa azione: “Come i fiocchi di neve mulinano sopra il mondo e cadono in uno spesso strato sul suolo, così la preghiera e l’immagine si propagheranno per il mondo e penetreranno nei cuori di tutti i popoli.” (1.4.1951)
Madre Ida è stata impegnata per anni a mandare immaginette e messaggi stampati con l’approvazione ecclesiastica a tutti quelli che lo richiedevano.
Il sacerdote olandese P.J. Sanders racconta un bell’esempio sulla straordinaria diffusione dell’immaginetta. Mentre egli 30 anni fa si trovava nell’Iraq islamico per studi linguistici, un giorno qualcuno lasciò sotto alla porta della sua stanza una immagine della SIGNORA DI TUTTI I POPOLI con la preghiera: “Rimasi senza parole”, dice lo studioso olandese. A quelli che vogliono vedere un miracolo ancora prima di lavorare per Maria, lei dice: “Orsù incominciate quest’opera di redenzione e di pace con ardore e poi vedrete il miracolo.” (1.4.1951) Anche noi dobbiamo soltanto come hanno fatto gli apostoli nella moltiplicazione dei pani dividere i doni di Dio. Egli farà il miracolo e Maria sa come toccare i cuori dei suoi figli.
Comprendete ora per quali vie di grazia la MADRE DI TUTTI I POPOLI prepara lei stessa il suo ultimo e più grande dogma? L’azione voluta da Dio in questa attuale lotta spirituale durissima, rappresenta la preparazione pacifica e l’introduzione diretta al dogma.
Non ci si può immaginare quale esplosione di grazia avverrebbe se tutti i quattro milioni di persone che hanno firmato venerassero anche l’immagine miracolosa della SIGNORA DI TUTTI I POPOLI e recitassero la sua preghiera con molto amore, i religiosi nei loro conventi, i sacerdoti nelle loro parrocchie, i vescovi nella loro diocesi… Lavoriamo per questo!
SIGNORE GESÙ CRISTO, FIGLIO DEL PADRE, manda ora il tuo SPIRITO sulla terra. Fa abitare lo SPIRITO SANTO nei cuori di tutti i popoli, affinché siano preservati dalla corruzione, dalle calamità e dalla guerra. Che la Signora di tutti i Popoli, che una volta era Maria, sia la nostra Avvocata. Amen.

 

 TESTIMONIANZE

LA CHIAVE PER IL TRIONFO DI MARIAultima modifica: 2012-11-29T13:16:00+01:00da giuliusvinco56